IL TEATRO DELLA FANTASIA – laboratorio di teatro terapia a cura di Annamaria Guzzio

Il lavoro con l’Immaginario offre l’occasione di entrare in contatto con la propria creatività. Nel contatto con l’immagine mentale attiviamo la nostra memoria percettiva. Le immagini nate all’interno di noi stessi vengono proiettate fuori per essere viste come un film mentale dall’autore/attore che riuscirà anche a farle vedere agli altri attraverso la forma della improvvisazione teatrale.
Il conduttore/regista può aiutare l’autore/attore ad incrementare la sua immaginazione attraverso domande semplici riguardanti i particolari di ciò che ha immaginato. Attraverso il percorso che parte dall’immagine stimolo e, attraverso la visualizzazione immaginativa, giunge all’estrinsecazione delle proprie capacità espressive, l’autore/attore proietta al di fuori di sé contenuti che gli appartengono e lo rappresentano; è dunque un percorso consigliabile nella logica del Teatro che sia strumento di crescita personale e sociale ma anche un mezzo per acquisire quella autenticità che è il valore aggiunto all’interpretazione. Nato dall’applicazione dei fondamenti del metodo Stanislawskji, il Teatro della Fantasia, attraverso il metodo Hansen, approda alla Teatroterapia in un’ottica che sostiene che il Bello e il Buono coincidono; cercando dunque di sviluppare le potenzialità positive si raggiungono risultati anche esteticamente validi, ma soprattutto si arriva alla consapevolezza che l’ascolto attivo di Sé e dell’Altro è alla base di un modo di fare teatro che tiene conto del proprio e dell’altrui benessere.

La metodologia applicata è di tipo attivo e partecipativo e prevede esercizi e giochi di immaginazione, improvvisazioni teatrali secondo il metodo Hansen, tecniche di Teatro Creativo, scrittura creativo – immaginativa, ricerca espressiva verbale e non verbale. Verranno utilizzate alcune figurazioni dell’artista russo Vladimir Kush, che si autodefiniva pittore metaforico realista, molto vicino al surrealismo, come base di partenza per un viaggio nell’immaginario che troverà espressione attraverso la narrazione, la scrittura creativa e la drammatizzazione

È consigliato a Teatroterapisti, appassionati e operatori di Teatro, Insegnanti, conduttori di Laboratori di Teatro educativo e sociale.

Questa voce è stata pubblicata in Laboratori e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...